Vai ai contenuti principali
Vai alla dashboard
Non sai da dove iniziare? Rispondi a un breve quiz per ricevere consigli personalizzati.
Lezione 4 di 9
Comprendi le entrate pubblicitarie dirette e programmatiche
5 minuti per completare

Comprendi le entrate pubblicitarie dirette e programmatiche

Modi per vendere annunci, impostare prezzi, presentarsi agli inserzionisti e comunicare i risultati

Come faccio a vendere i miei annunci?

Blank

La maggior parte degli editori vende i propri annunci direttamente e in modo programmatico.

Nelle vendite dirette, vendi, gestisci e completi le campagne con gli inserzionisti senza ricorrere a terze parti. Le vendite dirette offrono:

  • Il controllo diretto sugli annunci mostrati sul tuo sito.
  • Rapporti più stretti con gli inserzionisti.
  • Prezzi medi più alti per il tuo inventario pubblicitario.

Nelle vendite programmatiche, vendi gli annunci mediante una tecnologia automatizzata che vende, gestisce e completa le campagne per te. La vendita programmatica offre:

  • Vendite automatiche basate su dati, analisi demografiche, contenuti, comportamento dei lettori e così via.
  • La possibilità di mostrare gli annunci più pertinenti al tuo pubblico, il che può aumentare il coinvolgimento e la percentuale di clic (CTR).
  • L'accesso a migliaia di inserzionisti in tempo reale e su più piattaforme, per ottenere il prezzo d'asta più alto.

💡 Best practice: seleziona tipi di annuncio, dimensioni e posizionamenti consigliati dai Better Ads Standards, che identificano gli annunci preferiti dai consumatori.

Blank

Come faccio a scegliere quali annunci vendere direttamente o in modo programmatico?

Blank

In media gli annunci diretti vengono venduti a un prezzo da due a quattro volte superiore rispetto agli annunci programmatici. La media degli annunci diretti varia da 10 a 20 $ CPM (costo per mille impressioni), mentre quella degli annunci programmatici varia da 1 a 5 $ CPM.

💡Best practice: guadagna entrate più alte vendendo più inventario possibile direttamente (aumentando la percentuale di sell-through diretta) e vendendo l'inventario restante in modo programmatico.

Ecco come potresti assegnare le priorità al tuo inventario:

  1. Vendite dirette
  2. Deal garantiti e preferred deal programmatici
  3. Aste private programmatiche
  4. Aste aperte programmatiche

Gli editori che usano AdSense godono per impostazione predefinita dei vantaggi dell'allocazione dinamica, che offre il prezzo più alto per gli annunci consentendo agli inserzionisti di competere in tempo reale con gli inserzionisti garantiti.

💡 Best practice: usa i prezzi del tipo di annuncio per scegliere con quale priorità vendere gli annunci direttamente o in modo programmatico.

Blank

Imposta i prezzi

Blank

Come stabilisco le mie tariffe dirette?

Nella vendita diretta, indica i prezzi sul tuo tariffario, dove saranno elencati il tuo inventario pubblicitario e i prezzi.

💡 Best practice:

  • Conduci ricerche di mercato, ad esempio guardando i contenuti dei tariffari di altre pubblicazioni locali.
  • Regola le tariffe in base alle dimensioni del pubblico, alla copertura e al brand.
  • Imposta prezzi più alti per tipi di annunci che interagiscono con segmenti di pubblico specifici, ad esempio i video.

Come faccio a stabilire le mie tariffe programmatiche?

Nella vendita programmatica, il costo per mille impressioni target (CPM) è il prezzo medio a cui vuoi vendere un annuncio. Puoi anche impostare un prezzo minimo, che è il CPM più basso a cui può essere venduto un annuncio.

Gestisci i prezzi di tutte le fonti indirette di domanda da un solo posto con le regole per la determinazione del prezzo unificato, che sono condizioni impostabili nei prezzi minimi, CPM target, tipi di annuncio e altro ancora.

  1. In Google Ad Manager, vai su Inventario > Regole per la determinazione del prezzo.
  2. Seleziona Nuova regola per la determinazione del prezzo unificato e inserisci un nome.
  3. In Targeting, seleziona la tua unità pubblicitaria.
  4. In Prezzi, seleziona i prezzi per articoli specifici o seleziona lo stesso prezzo per inserzionisti, brand, dimensioni, tipi di creatività e così via. Puoi anche impostare prezzi mini, CPM target o lasciare che sia Google a ottimizzare i prezzi.
  5. Fai clic su Salva.

💡 Best practice:

Blank

Presentati agli inserzionisti con un kit media

Blank

Cos'è un kit media?

Un kit media è il materiale di marketing che puoi usare per presentarti agli inserzionisti diretti.

💡 Best practice per creare un kit media:

  • Per cominciare, spiega all'inserzionista i motivi per cui potrebbe voler collaborare con te e in che modo questo potrebbe aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi.

  • Presenta la tua organizzazione e il tuo pubblico.

  • Aggiungi statistiche, numeri e dati demografici per dare all'inserzionista un'idea del coinvolgimento e della presenza sui social del tuo sito di notizie. Puoi includere:

    • Dimensioni del pubblico, inclusi gli abbonati a pagamento, se ne hai
    • Copertura geografica
    • Copertura dell'argomento
    • Visualizzazioni di pagina mensili
    • Visibilità
    • Pagine per visita o durata delle visite
    • Visite al mese

  • Condividi con l'inserzionista idee su come potrebbe fare pubblicità sul tuo sito, ad esempio fornendo simulazioni dei posizionamenti. Avere alcune idee è un punto di partenza per le discussioni tra te e il tuo inserzionista.

  • Aggiungi il tariffario e i dati di contatto.
Blank

Pubblica una campagna pubblicitaria

Blank
  1. Configura la fatturazione del cliente, le date della campagna, gli asset della creatività, i tag annuncio e il monitoraggio.
  2. Condividi un report settimanale o mensile su impressioni, clic e percentuali di clic.
  3. Invia una fattura e un report finali con i dettagli dell'inventario pubblicitario (tipi, dimensioni e posizionamenti), impressioni pubblicate, CPM e costi totali.

💡 Best practice:

  • Configura il monitoraggio per includere i report della campagna.
  • Testa le pagine su più dispositivi per vedere come vengono visualizzati gli annunci.
  • Genera un report settimanale o mensile sull'efficacia della campagna in termini di raggiungimento degli obiettivi dell'inserzionista.
  • Aggiungi tag alle pagine con il Tag publisher di Google.
Blank

Investi nei rapporti a lungo termine con gli inserzionisti.

Blank

Ora che hai pubblicato la tua prima campagna pubblicitaria, trasforma i tuoi inserzionisti occasionali in inserzionisti ricorrenti.

Creare un rapporto a lungo termine con un inserzionista può aiutarti a:

  • Aumentare i CPM
  • Aumentare le percentuali di sell-through o migliorare le tue previsioni
  • Darti maggiore flessibilità nella pubblicazione di annunci, in particolare se la tua copertura include le ultime notizie
  • Guadagnare entrate pubblicitarie più affidabili e meno imprevedibili

💡 Best practice:

  • Presenta agli inserzionisti un report finale della campagna mettendo in evidenza i loro obiettivi.
  • Proponi le tue idee e spiega agli inserzionisti in che modo collaborare con te potrebbe aiutarli a raggiungere i propri obiettivi pubblicitari.
  • Condividi le opportunità di estensione del pubblico.
  • Offri deal pluriennali.
  • Proponi la vendita Programmatic Direct, in modo che possano acquistare i tuoi annunci in modo programmatico alla tariffa preferita.
  • Contattali proattivamente e periodicamente.
  • Accertati di avere disponibilità di inventario pubblicitario aggiornato pronto usando funzionalità come la previsione dell'inventario.
Blank
Come valuteresti questa lezione?
Il tuo feedback ci aiuterà a migliorare costantemente le nostre lezioni.
RISPONDI A QUESTA DOMANDA PER COMPLETARE LA LEZIONE.
Quale metrica ha meno probabilità di essere mostrata in un kit media?
Invia
checklist (8)
Quiz completato
Congratulazioni! Hai appena finito Understand Direct and Programmatic Ad Revenue
Rivedi la lezione e riprova
in progress
Recommended for you
Salva i risultati e monitora i tuoi progressi
By leaving this page you will lose all progress on your current lesson. Are you sure you want to continue and lose your progress?